Pubblicazioni

Newsletter Osservatorio energia Anno XI n. 125

Home  » Pubblicazioni

Newsletter Osservatorio energia Anno XI n. 125

pubblicato il 15-09-2009

In questo numero:

Gas Naturale

  • La Gas release 2009 e il prossimo anno termico. La Gas Release 2009 ha fornito più di uno strumento di diversificazione del portafoglio ai principali operatori del mercato all’ingrosso che una ripartizione delle rendite ai consumatori finali industriali; tutta da verificare la convenienza del prezzo di aggiudicazione, 100% take or pay e non indicizzato, in un mercato sempre più complesso.

  • Flessibilità, mercato di bilanciamento e allocazioni nelle consultazioni estive dell’AEEG. A ridosso dell’inizio dell’anno termico l’AEEG propone la creazione di un mercato organizzato per il bilanciamento ex post, l’offerta di capacità di stoccaggio con modulazione settimanale da parte di Stogit o degli utenti dello stoccaggio annuale e l’avvio della procedura di revisione delle modalità utilizzate per il load profiling: piccoli passi avanti verso una riforma dai contorni ancora non definiti.

  • Energia Elettrica
  • I Virtual Power Plant in Sardegna. Definite le modalità (ma non ancora i prezzi di riferimento) per la cessione di capacità virtuale in Sardegna da parte di Enel e E.On. Il successo dell’operazione sembra segnato in partenza dalla limitazione alla più piccola delle zone che maggiormente contribuiscono a innalzare i prezzi di borsa.

  • Efficienza energetica
  • Cogenerazione: il punto sulla normativa e le prospettive sull’evoluzione degli incentivi. La definizione delle modalità di attuazione delle modifiche normative sull’incentivazione alla cogenerazione, costituirà un’occasione importante per disegnare un quadro chiaro, coerente e strutturato, alla luce degli obiettivi europei per il 2020.

  • Panorama Europeo
  • In breve dall’Europa. La Francia sostituisce il “Tartam” con un meccanismo di cessione della produzione nucleare a prezzi regolati ai produttori, con il plauso della Commissione, ribadendo l’elevato grado di presenza regolatoria nel mercato. Ufficializzato lo European Energy Programme for Recovery, che stanzia 3.98 miliardi di euro per progetti nel settore dell’energia, negli ambiti delle interconnessioni, dell’eolico offshore e della CCS. Proposto un nuovo regolamento finalizzato a garantire la sicurezza nell’approvvigionamento, assumendo come principale strumento il mercato interno del gas, anche e soprattutto nelle situazioni di emergenza.

  • Struttura e Mercati
  • Il mercato dei combustibili. Le quotazioni del Brent lungo le prime tre settimane di settembre hanno ripiegato sotto i 70 $/bbl dopo i rialzi segnati ad agosto. Tale discesa è attribuibile in larga parte a segnali negativi delle economie asiatiche.

  • I mercati e gli incentivi ambientali. I volumi scambiati nel periodo estivo sulle principali piattaforme del mercato del carbonio e sul mercato italiano dei certificati verdi (CV) confermano il processo di forte espansione dei mercati per l’ambiente. I prezzi della CO2 si mantengono tra 14 e 15 €/tCO2. I prezzi dei CV subiscono un lieve aumento e si avvicinano al prezzo di ritiro 2010.

  • Il mercato dell’energia elettrica. Sebbene dopo i forti incrementi estivi il PUN si sia temporaneamente assestato, in Sicilia e in Sardegna i prezzi dell’energia elettrica non sembrano voler porre termine alla propria corsa al rialzo con una conseguente impennata dei relativi CCT. Un forte incremento è stato registrato dai volumi a salire scambianti su MSD ex ante, mentre è calata la componente uplift previsionale. Continua la scarsa competitività del mercato italiano, con rilevanti volumi di import netto in parte compensati dalla riduzione della NTC di agosto.

  • Il mercato del gas naturale. Il trend decrescente dei consumi termoelettrici e industriali trova nei mesi estivi del 2009 una prima stabilizzazione, su livelli poco al di sotto di quelli degli stessi mesi del 2008. Stabili anche le quotazioni spot al PSV, mentre continuano a scendere i prezzi day ahead sui principali mercati continentali e le aspettative degli operatori per l’inverno 2009/2010. Sul mercato retail, il regolatore pubblica le condizioni per il reintegro degli oneri non recuperabili in capo alle imprese di vendita dopo l’eliminazione della soglia di invarianza della QE, mentre l’Acquirente Unico individua, mediante una procedura pubblica, i fornitori di ultima istanza per l’anno termico entrante.


  • Indice Itec





    Documento soggetto a sottoscrizione
    Summary soggetto a registrazione