Pubblicazioni

Riduzione dell'export francese: un nuovo equilibrio per l'Europa?

Home  » Pubblicazioni

Riduzione dell'export francese: un nuovo equilibrio per l'Europa?

pubblicato il 14-12-2016
Le indisponibilità del parco nucleare francese, preoccupanti per dimensione e variabilità negli ultimi mesi, hanno impatti importanti anche nei mercati vicini e altamente interconnessi, compreso quello italiano. Una riduzione strutturale di 12 GW
della capacità nucleare francese implicherebbe un sostanziale ridisegno degli equilibri europei, che nel 2017 per l’Italia si concretizzerebbe in una riduzione di 15 TWh delle importazioni e quindi in una maggior domanda contendibile per il termoelettrico. Una situazione che potrebbe comunque riproporsi nel prossimo futuro: le ultime analisi di ENTSO-E evidenziano rischi di adeguatezza in Francia anche per il medio-lungo periodo, con probabili interruzioni già al 2020. Più che mai tempestiva potrebbe così rivelarsi l’approvazione, anche se condizionata ad alcune rilevanti modifiche, da parte della Commissione Europea del meccanismo francese di capacity obligation, che potrà quindi essere avviato come da programmi già dal prossimo anno.

Scarica l'articolo della Newsletter Osservatorio Energia 204-205 - Novembre/Dicembre 2016.

Documento soggetto a sottoscrizione