Pubblicazioni

Ricerca tra le pubblicazioni di REF-E

Home  » Pubblicazioni

Download e ricerca delle pubblicazioni

 

Newsletter Osservatorio Energia Anno XIX n. 214

Pubblicato il: 31-10-2017

in questo numero:
Gas Naturale

  • M&A nella distribuzione: il riassetto del settore prima delle gare. Le operazioni di 2i Rete Gas e Italgas annunciate di recente sono diverse per dimensione ma presentano caratteristiche comuni. Le valutazioni degli asset, che sembrano più vicine al valore residuo che al costo storico, potrebbero essere il segno di strategie complesse ma anche di attese elevate di redditività futura del settore. Le operazioni di M&A sembrano comunque divenute più efficaci delle gare nel ridisegnare l’assetto del settore, un rischio noto fin dall’inizio del processo e che l’Antitrust si è incaricata, in passato, di scongiurare, ma un cambiamento di strategia è forse possibile anche su questo fronte.
  • Politiche e regolazione per la metanizzazione della Sardegna . La prospettiva della metanizzazione della Sardegna, venuto meno il progetto del gasdotto GALSI, è stata riaperta nel 2016 con l’approvazione del nuovo Piano Energetico Regionale Ambientale, la sottoscrizione tra Regione e Governo del Patto per lo sviluppo della Sardegna, e il varo della normativa per la promozione dei combustibili alternativi. Con questi atti si è delineata la scelta di approvvigionare l’isola tramite il trasporto del GNL, in alternativa a quella di un gasdotto sottomarino dalla Toscana. In questo processo sono emerse una serie di problematiche di carattere normativo e, soprattutto, regolatorio inerenti la disciplina del mercato del gas naturale, la cui definizione condizionerà i modi in cui potrà avvenire effettivamente l’accesso a questa risorsa per la Sardegna.
Mercato elettrico
  • Monitoraggio retail: lezioni dai dati storici e indicazioni dalla regolazione. L’analisi storica delle offerte pubblicate via web per il domestico, monitorate da REF-E dal 2013, conferma le difficoltà nell’effettuare confronti di prezzo e suggerisce che non tutti gli operatori potrebbero essere pronti per la PLACET, anche se ci sono le prime evidenze di una evoluzione del settore, in attesa del 2019. Le prime indicazioni sulle regole che si dovranno rispettare per poter rientrare tra i venditori virtuosi sollevano dubbi: non facile l’equilibrio tra protezione del consumatore e ragionevolezza dei controlli e degli adempimenti.
Gare gas Indicatori
Indici Itec e Magi

Newsletter Osservatorio Energia Anno XVIII n. 200

Pubblicato il: 29-06-2016

in questo numero: Mercato elettrico

  • La riforma del dispacciamento e dei prezzi di sbilanciamento. Più di 80 operatori saranno stimolati a partecipare a MSD con nuove opportunità ma anche nuovi rischi: le flessibilità introdotte (partecipazione attiva a tutti i mercati, anche in forma aggregata) si scontrano con alcune rigidità (aggregati prefissati, sessioni discrete di mi, gate closure lontano dal tempo reale). le ricadute sugli operatori vanno valutate caso per caso, e dipendono anche dall’evoluzione dello scenario di mercato.
  • Perchè la riforma degli oneri generali di sistema elettrico? . I primi orientamenti dell’autorità discendono da un contesto legislativo che non fissa obiettivi chiari, ma tuttavia aprono alla possibilità di ampie modifiche rispetto allo status quo: l’intervento sembra prestarsi a un elevato numero di ricorsi e non va nella direzione di semplificare il quadro complessivo. Una revisione congiunta della struttura degli OGS e delle agevolazioni degli energivori potrebbe invece portare a un sistema di aliquote regressive per i soggetti che ne hanno diritto, nel rispetto delle linee guida comunitarie.
  • Fine della tutela di prezzo: il caso della Francia. Il sistema di assegnazione dei clienti tramite aste, non dissimile dalla salvaguardia italiana, prevede l’obbligo di socializzare i disincentivi introdotti: una soluzione innovativa e replicabile, ma che sembra aver ridotto la contendibilità del mercato.
Gas naturale
  • Antitrust e gare d’ambito: poche possibilità per il processo di M&A. L’AGCM sembra orientata a un approccio piuttosto rigido nei confronti delle operazioni di M&A che portano anche solo piccoli vantaggi agli operatori incumbent, seguendo come unico criterio la massimizzazione dei potenziali partecipanti alle singole gare: questo atteggiamento potrebbe però favorire la riduzione degli operatori a livello nazionale, ampliare le perdite di efficienza dovute all’uscita di molti distributori, e ridurre infine la competitività complessiva dei procedimenti.
  • Monitoraggio gare gas
  • Indicatori
  • Indici Itec e Magi
  • Newsletter Osservatorio Energia Anno XVIII n. 198

    Pubblicato il: 29-04-2016

    In questo numero: Mercato elettrico

    • Segnali contraddittori per l'Italia dall'indagine sui meccanismi di capacità. La Commissione Europea valuta positivamente il modello delle reliability options su cui si basa il capacity market italiano, ma vanno superate la mancata partecipazione diretta di demand-response e risorse cross-border, così come l'assenza di una valutazione preliminare dell'adeguatezza legata a un criterio legalmente vincolante..
    • Rilanciata l'interconnessione con la Tunisia, ma rinviati diversi interventi prioritari. I nuovi scenari di Terna incorporano il rilancio del progetto di interconnessione con la Tunisia ma ritardano diversi interventi prioritari e mantengono invariata l'evoluzione dei limiti di scambio fra le zone. La domanda elettrica dello scenario base torna ad incorporare tassi di crescita positiva mentre è più conservativa la stima della futura capacità eolica e fotovoltaica. La riduzione attesa delle emissioni di CO2 risulta anche da una massimizzazione di fatto degli scambi commerciali sulle interconnessioni estere.
    • Politica industriale: a rischio le misure a riduzione del costo dell'elettricità. Alla luce delle linee guida UE sugli aiuti di Stato, sicuramente gli aiuti per energivori e generazione distribuita dovranno limitarsi alla componente A3, ma molti altri aspetti sono ancora oggetto di contrattazione tra Governo e Commissione Europea.
    Energie rinnovabili, efficienza e ambiente Gas naturale
    • Monitoraggio Gare gas. I contenziosi si arricchiscono di un nuovo capitolo. Il TAR del Friuli Venezia Giulia ha respinto il ricorso presentato da Italgas per chiedere l'annullamento del bando della gara nell'ATEM di Udine 1, quindi la procedura per la presentazione del formulario di prequalifica resta valida.
    Indicatori Indice Itec Progetto Magi

    Newsletter Osservatorio Energia Anno XVII n. 191

    Pubblicato il: 29-09-2015

    In questo numero: Gas naturale

    • Riforma del conferimento capacità per i termoelettrici: maggiore economicità? Secondo stime REF-E, per garantire l’invarianza del gettito atteso la capacità giornaliera dovrebbe costare indicativamente il triplo di quella annuale, con un risparmio di spesa per circa il 50% dei PdR.
    • Market news. Il maggiore fabbisogno del periodo estivo, dovuto principalmente a fattori climatici, è stato alimentato da un incremento delle importazioni, principalmente via Tarvisio, ma l’impennata estiva dei consumi non fa riprendere i prezzi, che sono nuovamente in calo su tutti gli hub e per le formule oil-linked.
    Energie rinnovabili ed efficienza
    • Il Governo spinge sui termovalorizzatori. La riorganizzazione del modello di gestione dei rifiuti urbani, basato su macro aree autosufficienti e annullamento del ricorso alla discarica, parte da proiezioni che non sembrano adeguatamente calibrate sulla realtà delle regioni, con rischio di errori dimensionamento
    • .
    • Le nuove Linee Guida sui titoli di efficienza energetica. Definizione più stringente dei risparmi incentivabili, maggiore importanza della valutazione economica, in stand by il teleriscaldamento: le novità proposte comporterebbero sostanziali rimodulazioni (al ribasso) degli incentivi attuali.
    Mercato elettrico
    • Market news. Nonostante i picchi estivi e la ripresa della domanda, i forward non sostengono il prezzo.
    • Il mercato dei combustibili. Oversupply e rallentamento del motore cinese hanno determinato un crollo del prezzo ad agosto con quotazioni al di sotto dei 50 $/bbl. Primi segnali di reazione dell’offerta: negli Stati Uniti si registra la fermata di un numero crescente di impianti non remunerativi
    Indice itec Progetto magi

    Newsletter Osservatorio Energia Anno XVI n. 180

    Pubblicato il: 24-09-2014

    In questo numero: Energie rinnovabili e clima

    • Novità dalla conversione del decreto Competitività per fotovoltaico e autoconsumi. Aumentano le modalità per tagliare gli incentivi alla generazione solare, ma la decurtazione del 6-8% sembra la strada privilegiata, mentre si esclude chiaramente il pagamento degli oneri di rete e si pone un freno all’aumento degli oneri generali di sistema sugli autoconsumi di RIU e SEU.
    • Il Decreto Legge “Sblocca Italia” e la governance in materia di rifiuti. Il Governo punta ad aumentare la capacità di termovalorizzazione e a imprimere una svolta alla governance del settore, rendendo più flessibile lo spostamento dei rifiuti tra le regioni.
    • Market news. Prezzi degli EUA stabili nel corso dell’estate, ma con scambi abbastanza vivaci. Pubblicate le graduatorie dei bandi 2014 per gli incentivi alle rinnovabili elettriche.
    Gas naturale
    • La regolazione dello stoccaggio e la sicurezza del sistema: due temi sempre più legati. Il sistema del gas italiano viene giudicato estremamente sicuro da parte dell’Autorità, soprattutto per via della riduzione della domanda: da qui la decisione di rivedere il quadro degli incentivi ai nuovi investimenti, anche se indicazioni contrarie provengono dal Governo.
    • Market news. A fronte di una domanda ancora in ribasso ripartono i prezzi: l’Italia penalizzata dalla riduzione delle importazioni dalla Russia con aumenti leggermente superiori.
    Mercato elettrico
    • Il decreto Competitività e il mercato elettrico all’ingrosso. La rimozione delle macrozone Sicilia e Sardegna e l’estensione del regime di essenzialità in Sicilia sono destinate a dar luogo a un acceso dibattito.
    • Market news. L’estate fredda e piovosa deprime i consumi elettrici. PUN in ripresa a settembre in risposta all’aumento del prezzo gas.
    • Il mercato dei combustibili. Lo shale oil statunitense compensa la riduzione della produzione di Iraq e Libia, mentre si contrae ancora la domanda: l’eccesso di offerta annulla l’effetto delle tensioni geopolitiche sui prezzi.
    Indice itec Progetto magi

    Newsletter Osservatorio Energia Anno XVI n. 175

    Pubblicato il: 28-03-2014

    In questo numero: Energie rinnovabili e clima

  • La norma “spalmaincentivi”: pochi effetti attesi. La convenienza per gli operatori dipenderà dalla rimodulazione dell’incentivo, ma sconti rilevanti saranno attrattivi solo per impianti già vicini alla fine del periodo di incentivazione, con poco impatto quindi per la spesa dei consumatori/finanziatori. Più importante invece potrebbe essere il blocco degli incentivi sui rifacimenti.
  • Obiettivi ambiziosi e poco mercato nel nuovo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti dell’Emilia Romagna. Prevenzione e recupero di materia, flussi residui sottratti al mercato per ottimizzare l’impiego dei termovalorizzatori: dovrebbero essere queste le ricette per raggiungere una gestione efficiente.
  • Market news. Il backloading ha preso il via, ma il prezzo degli EUA rimane stabile, in attesa delle decisioni sulla politica per il clima di lungo periodo. CEC tutto a mercato nel 2014.
  • Mercato elettrico
  • Market news. Le condizioni climatiche continuano a deprimere la domanda elettrica, così il prezzo scende ai minimi storici, in Italia come sulle altre borse europee.
  • Il mercato dei combustibili. La crisi ucraina non sembra per il momento influenzare il mercato petrolifero che ormai da alcuni mesi registra quotazioni stabili e volatilità molto bassa. Lo scenario di domanda e offerta rimane disteso.
  • Gas naturale
  • Market news. Mentre i fondamentali rimangono negativi, ancora molte le novità regolatorie: cambiano leggermente i prezzi in tutela per il prossimo AT (non ancora definiti in alcune parti) e partono le allocazioni di stoccaggio, con prodotti e regole innovativi.
  • Mercato unico europeo
  • Novità dall’Europa. Proseguono le attività di ENTSO-G per lo sviluppo del codice di rete per l’armonizzazione delle strutture tariffarie della trasmissione, per l’emendamento al CAM sulla capacità aggiuntiva, e per le regole sullo scambio dei dati. Intanto, i regolatori europei riaprono la discussione sul modello di mercato
  • Indice itec Progetto magi