Pubblicazioni

Ricerca tra le pubblicazioni di REF-E

Home  » Pubblicazioni

Download e ricerca delle pubblicazioni

 

Newsletter Osservatorio Energia Anno XXIII n. 258

Pubblicato il: 29-10-2021

in questo numero: Mercato elettrico

Energie rinnovabili e clima
  • Diffusione dell’Idrogeno chiave per la transizione energetica: necessari interventi incisivi. I tempi sono maturi per sfruttare appieno l’idrogeno per il passaggio a un sistema energetico sostenibile. L’Europa è leader nella diffusione e implementazione di elettrolizzatori, con il 40% della capacità installata mondiale. Questa ricopre per il momento solo il 2% della quota nel mix energetico, ma l’obiettivo posto dalla Commissione al 2030 è del 13% nel consumo finale totale di energia in Europa. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo sono tuttavia necessari investimenti nello sviluppo di tecnologie che ne riducano i costi di produzione, una maggiore diffusione delle rinnovabili e incentivi alla creazione di domanda per applicazioni dirette nel settore industriale e nei trasporti.
Gas naturale
  • Stoccaggi riempiti parzialmente: c’è pericolo per la sicurezza del sistema gas? Nonostante le recenti dinamiche di prezzo abbiano portato gli operatori a utilizzare solo il 90% dello stoccaggio, con una conseguente riduzione della capacità di erogazione nei periodi di punta, in condizioni normali sistema non mostra criticità per la copertura della domanda invernale. In caso di eventi estremi che si verifichino verso la fine della stagione, si potrebbero tuttavia generare tensioni.
Gare gas
  • Monitoraggio gare gas. Posticipati i termini per i bandi di LA SPEZIA e MONZA e BRIANZA 1, mentre il Comune di Lovere sospende le gare d’ambito per il servizio di distribuzione del gas naturale nell’ATEM BERGAMO 2. L’ARERA approva l’ammontare dei costi relativi ai sistemi di telelettura, telegestione e dei concentratori per l’anno 2019, riconoscendo i nuovi meccanismi di misura tecnologicamente più evoluti. Dopo l’aumento di volumi e prezzi dei Certificati Bianchi scambiati nel mese di settembre, ottobre vede una stabilizzazione.

Newsletter Osservatorio Energia Anno XXIII n. 256

Pubblicato il: 29-07-2021

in questo numero: Imprese e istituzioni

  • Fit for 55: la Commissione Europea presenta il maxi piano per realizzare il Green Deal. Oltre a formalizzare gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030, il piano prevede l’estensione dell’ETS al settore navale e propone un nuovo ETS dedicato al trasporto stradale, alla climatizzazione e a indicare nuovi standard emissivi a vantaggio dei combustibili alternativi. Prende vita anche il Carbon Border Adjustment, accompagnato dalla revisione della tassazione interna. Le proposte dovranno passare al vaglio del Parlamento e del Consiglio europeo: la discussione si preannuncia lunga e complessa.
Mercato elettrico
  • Riforma degli sbilanciamenti: vantaggi per le unità abilitate, rischi per le rinnovabili. Il TIDE continua a essere introdotto per piccoli pezzi: le modifiche alle regole di sbilanciamento, necessarie per adeguarsi a quelle europee, entreranno in vigore con tempistiche differenti e avranno un impatto diverso a seconda del tipo di unità (abilitate e non abilitate) coinvolte. La valorizzazione degli sbilanciamenti a single pricing potrebbe avvantaggiare, già nel breve termine, le unità abilitate mentre il passaggio a un periodo di settlement a 15 minuti rischia di penalizzare, seppur nel lungo termine, le unità rinnovabili.
  • Aste rinnovabili: indicazioni da Polonia e Danimarca. Continuiamo a monitorare le aste FER nei paesi europei per trarre indicazioni sull’andamento del mercato delle rinnovabili. Nuova spinta al solare dalle aste polacche, mentre la Danimarca si conferma leader nelle soluzioni offshore.
Gas naturale
  • OLT: aperta la consultazione per la virtual liquefaction. Contestualmente all’avvio del servizio small scale, potrebbe essere messo a disposizione presso OLT anche un servizio di liquefazione virtuale: anche chi non ha disponibilità di GNL, ma solo di gas naturale, potrà accedere al mercato small scale.
Aggiornamenti tariffari
  • Aggiornamenti tariffari. A luglio nuovo intervento della fiscalità generale a contenimento dell’aumento dei costi dell’energia elettrica per le famiglie e le piccole imprese. Pubblicato finalmente lo spaccato della componente RET per i rimborsi alle centrali elettriche, perché gli interventi specifici per il rincaro della materia energia sono stati solo introdotti a partire da luglio.
Gare gas
  • Monitoraggio gare gas. L’annuncio di una possibile imminente riforma dei criteri di gara porta al ritiro del bando per Trieste. Italgas ancora attiva in Sardegna.
Concessioni idroelettriche
  • Monitoraggio della normativa. Calabria e Basilicata si sono unite alle quattro regioni (oltre alla Provincia autonoma di Trento) che hanno provveduto all’approvazione delle leggi regionali. In corso l’iter di approvazione anche in Lazio e Veneto.

Newsletter Osservatorio Energia Anno XXIII n. 255

Pubblicato il: 30-06-2021

in questo numero: Mercato elettrico

  • Uno standard di adeguatezza per dimensionare il capacity market. Terna ha proposto in consultazione una nuova metodologia di valutazione dell’adeguatezza e dei costi ad essa associati, coerentemente con le linee guida definite a livello europeo dall’Acer. Tramite la stima del costo dell’energia non fornita e del costo della capacità nuova entrante, lo studio propone un nuovo target di adeguatezza che risulta il migliore trade-off tra sopportare una perdita del carico e investire in nuovi impianti di generazione. La tecnologia termoelettrica risulta garantire adeguatezza al minor costo: il target di adeguatezza ottimale è individuato in due ore all’anno di perdita del carico, circa un’ora in meno rispetto allo standard attualmente vigente. Sulla base della proposta di Terna, il nuovo Ministero della Transizione Ecologica dovrà ora approvare, tramite decreto, il target di adeguatezza da considerare per le future aste del Capacity Market 2024-2025 valutando anche i costi connessi al suo raggiungimento.
  • Certificati bianchi: obiettivo ripartenza. Il decreto che regola il meccanismo per il periodo 2021-2024 è finalmente stato approvato: all’obiettivo ambizioso di far ripartire un meccanismo che fatica a trovare efficacia, si risponde con una sostanziale continuità rispetto alle regole introdotte nel 2018 ma con numerosi affinamenti. Revisione degli obblighi, ammissione dei consorzi, aste per alcune tipologie di progetto e meccanismo di stabilità dovranno stimolare un’offerta che al momento non mostra segnali di ripartenza e si prospetta ancora inferiore alla domanda per i prossimi mesi.
Imprese e istituzioni
  • Aiuti di Stato: le nuove linee guida per il clima, l’energia e l’ambiente. La proposta di revisione per le linee guida degli aiuti di Stato a favore dell’ambiente e dell’energia elimina l’obbligo di notifica individuale per i grandi interventi pubblici in ambito energetico che rientrano in schemi di aiuto già notificati e estende la flessibilità e l’area di intervento delle regole. Entrano la mobilità sostenibile, l’idrogeno e le tecnologie innovative che possono supportare il raggiungimento degli obiettivi europei. Spazio limitato invece per le misure di sostegno del gas naturale, ritenute in grado di passare il test della Commissione solo se temporaneamente necessarie per la transizione. Confermati i principi generali per la valutazione della compatibilità degli aiuti.
  • Green Deal, in arrivo il nuovo pacchetto di riforme Fit for 55. La Commissione Europea ha annunciato che presenterà il 14 luglio il Fit for 55 package, il pacchetto di riforme normative necessarie a realizzare i nuovi e ambiziosi obiettivi stabiliti dal Green Deal. Tra i provvedimenti più attesi vi saranno la revisione dell’Emission Trading System per adattarlo al nuovo obiettivo di riduzione delle emissioni al 2030 del 55%, e l’introduzione del Carbon Border Adjustment Mechanism, il meccanismo di aggiustamento del carbonio alla frontiera che richiederebbe agli importatori di pagare per il contenuto di emissioni di CO2 di tutti i beni che importano all’interno dell’unione doganale dell’UE.
Gare gas

Newsletter Osservatorio Energia Anno XXIII n. 254

Pubblicato il: 28-05-2021

in questo numero: Imprese e istituzioni

  • Il PNRR: 70 miliardi per la transizione energetica. La nuova versione del Piano Nazionale di ripresa e Resilienza, nella missione dedicata alle rinnovabili, punta sulla facilitazione per le FER-E e per gli stoccaggi, in particolare sulla semplificazione autorizzativa, riservando la maggior parte delle risorse ai progetti innovativi - con focus su agri voltaico e impianti off-shore - e ai gas rinnovabili, non solo per l’idrogeno, ma rilanciando decisamente anche il biometano.
  • Green Deal, a che punto siamo? Stato di avanzamento e prossimi passi. È ormai passato un anno e mezzo dalla presentazione del Green Deal, l’ambiziosa strategia europea che si prefigge di azzerare le emissioni nette di gas a effetto serra dell’Unione Europea al 2050 e promuovere una crescita sostenibile e dissociata dallo sfruttamento delle risorse. Nonostante l’emergenza COVID-19, per ora la Commissione Europea è riuscita a rispettare la tabella di marcia proposta alla fine del 2019, avviando importanti riforme quali la legge sul clima, ma ancora molto rimane da fare: entro la metà del 2021 sono attesi i provvedimenti più importanti.
Mercato elettrico
  • Capacity market: la nuova consultazione accresce la possibilità di partecipazione. Nonostante l’alto numero di progetti partecipanti alle prime aste del Capacity Market, la capacità totale contrattualizzata risulta ancora inferiore alla domanda di adeguatezza di Terna. Si rende così necessaria la prosecuzione del meccanismo, La consultazione per la modifica della disciplina, pubblicato dal TSO, definisce una serie di opportunità vantaggiose per gli impianti di produzione non autorizzati e per gli impianti rinnovabili non programmabili.
  • Aste rinnovabili: i risultati in Francia, Germania e Spagna. Positivi gli esiti delle prime aste rinnovabili del 2021 in Germania e Spagna, mentre una nuova ondata di gare è in corso in Francia, la cui conclusione è prevista entro il primo semestre di quest’anno e potrebbe incentivare lo sviluppo di circa 1.5 GW di nuova capacità Fer.
Indicatori

Newsletter Osservatorio Energia Anno XXII n. 246

Pubblicato il: 28-09-2020

in questo numero: Imprese e istituzioni

  • L’ambiziosa transizione verde dell’Europa e il ruolo del sistema finanziario. La politica europea per la decarbonizzazione sembra procedere rispettando le tempistiche previste e si combina con un intervento senza precedenti per l’erogazione di risorse a sostegno della ripresa post-COVID-19. Tra i più recenti provvedimenti: nuovi obiettivi per il settore energetico, una strategia per l’idrogeno, incorporazione dei rischi legati al cambiamento climatico nella determinazione dell’adeguatezza patrimoniale delle banche e introduzione di un meccanismo per agevolare gli investimenti in fonti rinnovabili tra Paesi.
  • Le semplificazioni per il raggiungimento degli obiettivi 2030. Revisione dei procedimenti autorizzativi, aree idonee e regole per amianto, cave e impianti dismessi per il fotovoltaico, alleggerimento dello spalma incentivi, nuove regole per le stazioni di ricarica, con le forniture che entrano in tutela, metanizzazione della Sardegna con le navi e i nuovi terminali che potranno entrare in tariffa, fast track per le grandi infrastrutture energetiche, regole autorizzative per gli accumuli finalmente chiarite. Parte così una nuova stagione di semplificazioni.
Mercato elettrico
  • La nuova metodologia di Terna per la capacità di rete obiettivo. Nell’ambito della revisione della regolazione tariffaria verso un’incentivazione di tipo output-based, Terna ha recentemente pubblicato due consultazioni per presentare le metodologie di calcolo delle capacità obiettivo e dei benefici inerenti alla riduzione delle congestioni intrazonali. La metodologia per la capacità obiettivo è stata migliorata rispetto alla prima versione del 2018, rendendola più accurata e robusta. Rimangono alcuni aspetti che potrebbero essere oggetto di ulteriori riflessioni, anche nelle prossime edizioni del report.
Gare gas
  • Una nuova consultazione per gli incentivi alle aggregazioni. Nel pieno stallo delle gare gas, acuito dalla crisi Covid, ARERA ripropone l’incentivo alle aggregazioni, per superare la frammentarietà e razionalizzare il settore, con diverse attenzioni a non influenzare negativamente le eventuali gare.
Indicatori Indici