Pubblicazioni

Ricerca tra le pubblicazioni di REF-E

Home  » Pubblicazioni

Download e ricerca delle pubblicazioni

 

Newsletter Osservatorio Energia Anno XV n. 166

Pubblicato il: 30-05-2013

In questo numero: Mercato unico europeo

  • Risultati economici 2012: si chiude in positivo ma il quadro economico resta negativo. Rinegoziazioni TOP e operazioni societarie risollevano le performance dei business a mercato. Bene le attività regolate. IQ 2013 negativo.
  • Novità dall’Europa. Dodici corridoi prioritari per le infrastrutture energetiche trans europee con nuove regole per il procedimento autorizzativo, l’ammissibilità dell’assistenza finanziaria dell’Unione e il relativo trattamento normativo.
  • Mercato elettrico
  • Potrebbe essere all’orizzonte una modifica del regime di esenzioni per RIU e SEU. Per l’AEEG le configurazioni speciali RIU e SEU dovrebbero lasciare il posto a esenzioni tariffarie basate sull’attività d’impresa e incentivi diretti alle rinnovabili. L’obiettivo è evitare che i consumi, che non godono di esenzioni, siano caricati di un onere insostenibile.
  • Autoconsumi da generazione distribuita, richiesta elettrica e vendite su MGP: lacune e dubbi interpretativi. Il crescente peso degli autoconsumi da generazione distribuita accende i riflettori su un presumibile difetto del sistema in merito a monitoraggio e contabilizzazione: certezza dei dati a rischio.
  • Market news. Giù la domanda elettrica, mentre aumenta la produzione nazionale. Bene idro e solare. Si riallineano i prezzi francesi e tedeschi.
  • Il mercato dei combustibili. L’incertezza sulla domanda 2013-2014 mantiene stabili le quotazioni nell’intorno dei 100 $/bbl. I prezzi a termine registrano una moderata crescita dopo i cali degli ultimi mesi.
  • Gas naturale
  • Prezzi oil linked addio. La riduzione dei prezzi tutelati, circa 5% da ottobre, riallinea il mercato dei piccoli consumatori a quello all’ingrosso ma molte rimangono le criticità: una complessa riformulazione della metodologia sottende la scelta di prendere a riferimento solo il TTF, rapidamente diffuso anche sul libero, con remunerazioni più vantaggiose per gli incumbent.
  • Market news. Le aste per la capacità di stoccaggio lasciano dello spazio non allocato e la domanda continua a scendere, ma i prezzi riprendono a salire.
  • Energie rinnovabili e clima
  • Market news. Il mercato è in attesa di conoscere il futuro dell’ETS, mentre i dati sulla Seconda Fase mostrano un consistente surplus di quote. I prezzi di borsa dei CV 2012 rimangono prossimi al prezzo di ritiro 2013, e non sono ancora iniziate le contrattazioni di CV 2013.
  • Indice itec Progetto magi

    Il mercato del gas

    Pubblicato il: 21-05-2013
    Il corso, della durata di due giorni full time ha lo scopo di fornire ai partecipanti un quadro globale del settore del gas naturale: regolazione, attori, criticità, formazione dei prezzi, modelli di mercato vigenti, principali tendenze.

    Efficienza energetica nei trasporti: stato e prospettive - Working paper 6/2013

    Pubblicato il: 09-05-2013
    I consumi del settore trasporti rappresentano in Italia oltre il 30% della domanda finale di energia. Il 93% è costituito da prodotti petroliferi, di cui i trasporti assorbono il 65% dei consumi nazionali. I trasporti sono il settore che ha maggiormente incrementato le proprie emissioni dal 1990 a oggi. Con questo quaderno REF-E intende fornire un contributo di analisi del settore, focalizzando l’attenzione sui suoi consumi energetici e sulle relative emissioni di CO2. L’efficienza complessiva del servizio di trasporto è il risultato di variabili che agiscono su almeno quattro livelli funzionali: la produzione delle fonti energetiche, l’efficienza nella trasformazione in locomozione, le condizioni e i modi d’uso del servizio. A questo schema si sovrappone la sussidiarietà tra gli Stati all’interno dell’Europa fino all’ultimo miglio di competenza locale. Negli ultimi anni si sta assistendo a un moltiplicarsi di politiche e misure ai diversi livelli. In tale percorso si sta manifestando una separazione tra gli obiettivi della politica dei trasporti e quelli della politica energetica. In Italia vi sono “pezzi” di politiche e misure, anche avanzate nel confronto con altri Paesi europei, ma segmentate tra i diversi livelli funzionali e ancora poco efficaci sul sistema nel suo complesso. La necessaria, e non più remota, trasformazione del settore avrà un impatto nella riconfigurazione dei sistemi energetici, con particolare riferimento al settore elettrico. Proprio per affrontare questi passaggi il quaderno raccoglie i fondamentali del settore, i suoi consumi energetici, le emissioni, le fasi che ne condizionano l’efficienza energetica finale, le policy esistenti a livello europeo e nazionale e la struttura della sua governance. Il quaderno quindi, con il supporto di un modello di simulazione di traffico di ampia scala, si sofferma su 5 casi: l’auto elettrica, i consumi energetici delle ferrovie, le assicurazioni auto, lo speed management ed i crediti di mobilità per offrirne un’analisi in ottica energetica e qualche spunto di regolazione.

    Tariff regulation of energy infrastructures: an investors’ view - Working paper 5/2013

    Pubblicato il: 24-04-2013
    In un ambiente in rapida evoluzione, le autorità di regolamentazione cercano di mantenere il ritmo del cambiamento adeguando le disposizioni per fornire i migliori segnali del mercato. Questa proliferazione di nuove regole rende il quadro normativo poco chiaro, soprattutto per i nuovi entranti. Il documento fornisce una panoramica delle principali disposizioni normative che regolano le reti energetiche italiane, con particolare riferimento al modo in cui i ricavi ammessi sono calcolati e tradotti in tariffe e un focus sui nuovi investimenti remunerazione.